Digital Network

Il tema Digital Network o rete digitale (serie di 20 pezzi, tra tele, tavole e vetro sintetico) nasce dal gioco sul doppio significato della parola digital in senso informatico e anatomico: da una parte digit è, nelle reti di telecomunicazioni, l'unità di informazione fondamentale, dall'altra significa dito. Le dita sono un elemento essenziale nella comunicazione umana, l'uomo conosce e lascia tracce di sé tramite esse, sono il confine estremo tra il suo mondo interiore e l'universo esterno.

Ogni impronta è l'atto unico di noi stessi, esse sono lo "stato libero" da ogni condizionamento sociale e geografico. Riempiono spazi vuoti a mostrare le nostre essenze, l'espressione del nostro Io, del nostro esistere. Sono tracce palpitanti di una presenza umana in un "villaggio globale".

"NETWORK" in quanto oggi la conoscenza avviene attraverso una struttura a rete, non più attraverso un paradigma ad albero. Inoltre la "Rete", intesa come Internet, ha permesso una comunicazione universale, globale, raggiungendo qualunque luogo della terra. Così in questo "mondo digitale" attesto la presenza dell'uomo con le sue impronte e creo delle traiettorie vitali, una rete di relazioni, quasi un'estensione di noi stessi. Unisco sui miei quadri in fitte "ragnatele" le tracce di noi individui in continuo confronto, in percorsi reali o virtuali dove tutte le distanze si annullano.


In questa serie Digital Network o delle Relazioni Digitali emerge un universo artificiale sempre più tecnologico e informatizzato, dove le relazioni umane sono disgregate e i "contatti" tra individui penalizzati... contatti che si coltivano sempre più virtualmente. Un bisogno di contatto in un mondo che va sempre più stretto, perché quel che spesso manca non è solamente il rapporto umano, ma il contatto con la natura in un contesto, oltre che computerizzato, sempre più cementificato e nel quale avviene uno sfruttamento indiscriminato delle risorse. "Invertiamo il mondo" è un segnale di fiducia, una speranza verso un cambio di direzione possibile per una politica più equa e solidale, per un mondo più autentico.